Storia di Padova

Storia di Padova

1184 a.c (circa) Secondo una leggenda Antenore eroe troiano fonda la città.
302 a.c . I Padovani sconfiggono l’ ex re spartano Cleonino, venuto ad invadere le coste adriatiche.
49-50 a.c Sotto Giulio Cesare Padova ottiene la cittadinanza romana e acquista maggiore splendore e importanza per l’ Impero.
Secolo III , IV, V – d.c Le invasioni barbariche determinano svariate dominazioni..
453- Attila devasta molte città venete tra cui Padova.
476-541 Regno dei Goti
568- 774 Regno dei Longobardi
774-888 Regno dei Franchi
960 – Per merito degli Ottoni di Germania Padova torna a rivestire una certa importanza divenendo la capitale del Regno d’ italia alleato dell’ Impero tedesco.
secolo XII Collegio regolare dei comuni e ritrovata vita pubblica.
1183-1237 Repubblica di Padova
1221 Un gruppo di dottori e scienziati di Bologna diede inizio alla gloriosa università di Padova.
1237-1256 Dominazione di *Ezzelino Da Romano
1256-1318 Repubblica di Padova
1306 Dante Alighieri giunto a Padova da Bologna fa visita a Giotto che sta dipingendo La Beata Vergine Annunziata all’ Arena.
1318-1328 Dominazione di Giacomo I da Carrara e del duca d’ Austria.
1328-1337 Dominazione di Marsilio da Carrara e degli Scaligeri.
1337-1405 Dominazione dei Carraresi (famiglia di Padova) e dei Visconti
costellata di alterne alleanze.
1406- La Repubblica di Venezia conquista Padova. Ne conseguirà il periodo più florido per la città.
1797- Padova è presa da Napoleone Bonaparte.
1798- Col trattato di Campoformio passa sotto la dominazione dell’ Impero d’ Austria.
1866- Al termine della III guerra d’ indipendenza e con la pace di Vienna, viene annessa al Regno d Italia
1918- A villa Giusti della Mandria gli Asburgo firmano l ‘armistizio che sancisce la resa dell’ esercito Austro-Ungarico e la fine della prima guerra mondiale.
………………………………………………………………………………………………………………

anfiteatro e teatro

anfiteatro e teatro romano detto Zairo

mura padova

Padova dentro le mura

Secondo la leggenda sarebbe stata fondata da Antenore, mitico eroe troiano partito da Troia con la moglie Teano e i figli. Antenore sarebbe giunto sulle coste venete ed avrebbe combattuto contro Veleso, il re dei colli Euganei, riuscendo a sconfiggerlo.
Nel IV secolo a.C. Sofocle dedicò una intera tragedia alle avventure di Antenore e dei suoi figli. Già nel III secolo a.C. la città di Padova sconfisse i Galli Cisalpini divenendo un fedele alleato di Roma. Raggiunse una propria autonomia nel 50 a.C. per opera di Giulio Cesare diventando “municipium romano”. Nel periodo romano si ristrutturò e divenne quasi un’ isola fortificata. Furono costruiti il teatro e l’ anfiteatro. Divenne un nodo viario di primaria importanza e rimase una delle più grandi città dell’ Impero Romano fino al III Secolo d.C. quando le irruzioni dei Visigoti, dei Vandali, degli Unni, e dei Longobardi ne causarono una progressiva decadenza. Nel 589 il territorio fu devastato dall’ inondazione del fiume Brenta. Dal 1032 al 1066 col rafforzarsi del potere Ecclesiastico nacquero le prime fortificazioni al Vescovado e alla Torlonga (il futuro castello). Nel XII secolo, divenuta libero comune, la città tornò agli antichi splendori. *Ezzelino Da Romano governò la città dal 1237 al 1256. Nel 1318 si affermò la famiglia dei Carraresi. La politica espansionistica di questa famiglia di Padova fu duramente ostacolata dai potenti vicini milanesi e veneziani. I Visconti di Milano riuscirono a soggiogare la città per due anni, ma nel 1406 Padova fu definitivamente conquistata dalla Repubblica di Venezia. A difesa della città i Veneziani decisero di costruire nuove mura: un complesso sistema di fortificazioni bastionate, edificato e ampliato sul perimetro delle mura fatte costruire dai Carraresi. Il governo della Repubblica Serenissima durò fino all’ invasione dei Francesi nel 1797. Con il trattato di Campoformio Padova fu ceduta all’ Austria per essere rioccupata dai francesi. Ritornò poi agli austriaci. Nel 1866 entrò a far parte del Regno d’ Italia. Nel XIX secolo la costruzione di nuovi palazzi e la realizzazione di altre opere pubbliche diedero alla città l’ aspetto vivace e moderno che conserva ancora oggi.

*Gli Ezzelini furono una influente famiglia Veneta medioevale di origine Germanica.
Ezzelino con l’ appoggio di Federico II di Svevia governò molte città venete.
[La presenza dell’ ateneo fece di Padova uno dei più famosi centri della cultura europea. Dalla sua fondazione vi studiarono e insegnarono autentici luminari delle scienze, delle lettere e delle arti. Qui Galileo trovò protezione e libertà di insegnamento. Dagli inizi del 1500 lo “Studium” ebbe sede unitaria nel grande edificio costruito sull’ area del preesistente albergo Bò. Gli studi di medicina ebbero una certa rilevanza insieme a quelli giuridici già presenti durante la signoria dei Carraresi. Sotto la secolare dominazione di Venezia l ‘ università continuò ad avere un ruolo essenziale per la città ed alle antiche tradizioni culturali si affiancò una fiera identità cattolica che fece di Padova una della città più religiose d ‘ Italia.]

mura che circondano la città di Padova

mura che circondano la città di Padova

le mura di  padova

le mura che difendono la città

bastione Padova

uno dei bastioni che fanno parte delle mura che circondano la città

Comments are closed.